il sito del VI incontro nazionale di aNobii

La fontana del dio Nettuno

Lascia un commento

La fontana del dio Nettuno per i bolognesi è “Il Gigante”. Per poterla  realizzare, venne aperta l’omonima piazza, contigua a piazza Maggiore,  abbattendo un intero isolato nel 1564.

In marmo e bronzo, fu costruita dallo scultore fiammingo Jean de Boulogne di Douai in Fiandra, detto il Giambologna su progetto del palermitano Tommaso Laureti.

Voluta dal Legato Pontificio rappresenta ill potere papale: come Nettuno domina le acque, così il Papa domina il mondo. Ai piedi del Dio sono infatti quattro putti, che rappresentano Gange, Nilo, Rio delle Amazzoni e Danubio,  i fiumi dei continenti allora conosciuti.

La leggenda narra che il Giambologna volesse realizzare il Nettuno con i genitali più grandi ma la Chiesa glielo proibì. Lo scultore però non si arrese, infatti disegnò la statua in maniera tale che da una particolare angolazione il pollice della mano sinistra tesa del Nettuno sembri spuntare direttamente dal basso ventre, facendogli suggerire (eretto) il genitale; a prova dello stesso, viene mostrata ai turisti, una pietra pavimentale nera, detta anche “della vergogna” posta in un punto ben preciso in Piazza del Nettuno che ne agevola la visione.

Per questa ragione, vi furono varie proposte per salvaguardare la moralità pubblica: coprire con vesti in bronzo e la statua  e le sirene che ai quattro angoli spruzzano acqua dalle mammelle. Fortunatamente  non se ne fece nulla.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...